Windows November 2019 Update
News

Windows November 2019 Update, problemi per il sistema operativo

2 Novembre 2019

Il sistema operativo Windows 10 ha iniziato a manifestare alcuni problemi e, soprattutto, alcuni malfunzionamenti riscontrati da molti utenti della piattaforma. Il Windows November 2019 Update ha mostrato diversi segni di bug in particolare per ciò che riguarda il File Explorer, che doveva essere una delle funzioni di punta della piattaforma stessa: i malfunzionamenti legati all’utilizzo della funzione Esplora hanno deluso non poco gli utenti che hanno prontamente manifestato il proprio disagio, attendendo una risposta – in termini di fixing – da parte di Windows. 

I problemi della funzione Esplora del Windows November 2019 Update

Doveva essere un aggiornamento fondamentale per il sistema operativo, ma il Windows November 2019 Update è stato, per molti utenti, un fallimento a causa di diversi motivi. Tra tutti, la funzionalità della sezione Esplora del Windows November 2019 Update, chiaramente pensato per i sistemi operativi Windows 10, ha manifestato diversi problemi.

In poche parole, la barra di ricerca della funzione – che dovrebbe essere quella meglio funzionante nel sistema operativo – si attiva con qualche secondo di ritardo. Secondo alcuni commenti: alcune volte la casella per cercare i file si blocca totalmente. In Windows Explorer non è proprio selezionabile, sia facendo click con il tasto destro che il sinistro del mouse.

Le altre novità del Windows November 2019 Update

La cattiva gestione delle risorse, o più comunemente un bug riscontrato a seguito dell’aggiornamento, non è stata l’unica novità alla quale si son dovuti abituare gli utenti di Windows 10 che dovranno, naturalmente, somatizzare anche questo aggiornamento e tutte le sue conseguenze.

Tra le altre novità del Windows November 2019 Update, quella fondamentale ha riguardato l’eliminazione del copia-incolla attraverso il tasto destro del mouse. Benché, ormai, l’utilizzo di CTRL+C e CTRL+V fosse diffusissimo tra tutti gli utenti, adesso sarà una funzionalità praticamente obbligata e alla quale tutti, anche coloro che erano abituati al vecchio metodo, dovranno abituarsi. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *